La rete per i comuni alpini

Notizie

BeyondSnow: una mappa innovativa per valutare la resilienza...

BeyondSnow, un progetto europeo Interreg Alpine-Space, che coinvolge l’Italia insieme a 13 partner provenienti dall'Arco Alpino, è pronto a rilasciare una mappa delle vulnerabilità. Questa mappa aiuterà le comunità alpine ad analizzare la loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici. La mappa interattiva...

Orientare i flussi turistici, preservare l’esperienza...

Nell’ambito del progetto “speciAlps podcast: Orientare i flussi turistici, preservare l’esperienza della...

Orientare i flussi turistici, preservare l’esperienza...

Nell’ambito del progetto “speciAlps podcast: Orientare i flussi turistici, preservare l’esperienza della...

Avviato un nuovo progetto UE: proCURE

Unire le forze per acquisti sostenibili nei comuni di piccole e medie dimensioni.

Piano di Promozione Territoriale Integrata

Per il territorio della Magnifica Comunità di Montagna Dolomiti Friulane, Cavallo e Cansiglio che comprende...

Un anno all’insegna della neve

Nel 2023 l’“oro bianco” è stato più presente che mai nella rete, soprattutto per valutare come agire...

© PIZ Montafon
Il Montafon verso il marchio di qualità ambientale...

"Per noi è importante sapere a che punto siamo e come possiamo migliorare le nostre prestazioni in termini...

Progetti

Klima.Fit

Obiettivo del progetto

Sviluppo di uno strumento di pianificazione per comuni klima fit.

Durata del progetto:

2020 - 2022  (completato)

Partner:

4 comuni pilota nella regione alpina tedesca; Telesis Entwicklungs- und Management GmbH; Mauro Sutter Design

Budget:

€ 154.770

speciAlps2

Obiettivo del progetto

Coniugare in modo compatibile le ricchezze naturalistiche e i visitatori

Durata del progetto:

2020 – 2023  (completato)

Partner:

CIPRA International

Budget:

€ 238.636

BeyondSnow

Obiettivo del progetto

aumentare la resilienza ai cambiamenti climatici delle destinazioni del turismo della neve alpino

Durata del progetto:

2022 - 2025

Partner:

13 partner nelle Alpi

Budget:

€ 2.720.730,-

speciAlps-Podcast

Obiettivo del progetto

Nuova serie di podcast multilingue “speciAlps Podcast: orientare i flussi turistici, preservare l’esperienza della natura”

Durata del progetto:

Marzo 2023 - marzo 2024

Start-Alp

Obiettivo del progetto

Nuovo modo di lavorare nei comuni rurali. Utilizzare le nuove tecnologie come motore di sviluppo.

Durata del progetto:

2020 – 2021  (completato)

Partner:

Ministero dell’ambiente e della tutela dei consumatori della Baviera

Budget:

€ 56.906

HEALPS 2

Obiettivo del progetto

Valorizzare il potere curativo delle Alpi e delle loro risorse naturali per un turismo della salute sostenibile.

Durata del progetto:

2019 - 2022  (completato)

Partner:

11 partner nelle Alpi

Budget:

2.169.952 EUR

it

L’iniziativa per conservare e promuovere la coltura di antiche varietà di frutta locali e i frutteti estensivi ad alto fusto è stata sostenuta dal progetto dynAlp-nature. Attualmente è stato messo a dimora un frutteto con antiche varietà locali.

Valentin Zabavnik

Presidente Sadjarsko vrtnarskega društva Tunjice/SL

it

Ho tratto impulsi preziosi per il lavoro nel mio comune, che sono poi confluiti nell’attività comunale e nei nostri progetti di partecipazione dei cittadini.

Arnold Hirschbühl

Comune di Krumbach/A

it

Il vivace scambio praticato nella Rete di comuni Alleanza nelle Alpi su vari temi è di grande vantaggio per tutti. I comuni dei sette Paesi alpini devono spesso affrontare le stesse sfide, perciò le esperienze maturate da altri, e acquisite attraverso le presentazioni, i workshop e le discussioni, hanno un grande valore.

Christian Öhri

sindaco del comune di Ruggell/FL

it

Le idee di progetto e la cooperazione transfrontaliera all’interno dell’Alleanza confermano di volta in volta la loro validità e fanno progredire di pari passo il nostro comune e l’ambiente.

Freddy Kaiser

comune di Mauren/FL

it

I comuni di montagna sono spesso afflitti dagli stessi problemi. È quindi molto utile confrontarsi sulle soluzioni individuate. La Rete di comuni crea i presupposti per questo scambio!

Thomas Buchli

Comune di Safiental/CH

it

La Rete di comuni mette a disposizione i contatti e le informazioni per uno sviluppo comunale sostenibile.

Sabine Wermelinger

Comune di Flühli-Sörenberg/CH

it

Dagli esempi di buone pratiche di altri comuni è possibile individuare l’approccio più adeguato per il proprio paese. Per questo ritengo che sia molto importante che molti comuni si impegnino nella Rete e riferiscano dei rispettivi temi.

Thomas Kamm

sindaco del comune di Siegsdorf/D

it

Sono lieto che il comune di Aschau im Chiemgau sia membro della Rete “Alleanza nelle Alpi”. L’associazione, attiva al di là delle frontiere linguistiche e culturali tra i Paesi alpini in base ai principi della Convenzione delle Alpi, è la base perfetta per uno sviluppo sostenibile e orientato ai valori dello spazio alpino. AidA – una comunità forte!

Simon Frank

sindaco del comune di Aschau im Chiemgau/DE

it

Grazie alle manifestazioni internazionali, anche al di fuori della conferenza tematica annuale, si possono veicolare buone idee e contatti interessanti.

Fritz Irlacher

Comune di Schleching/D

it

Lo scambio con altri comuni delle Alpi è una grande fonte di ispirazione e l’approccio multiculturale alle problematiche più importanti per i comuni di montagna ci permette di trovare soluzioni innovative.

Wilfried Tissot

sindaco del comune di Saint Pierre d’Entremont/FR

it

Alla base c’è la possibilità di confrontarsi e di imparare.

Giacomo Lombardo

Comune di Ostana/I

it

L’obiettivo principale della pedagogia del bosco è una migliore comprensione del’ambiente. il bosco è un bene naturale che dovrebbe vivere in simbiosi con l’uomo. Una passeggiata attraverso il bosco è più che una semplice passeggiata. Il bosco è un VALORE! Un mondo di valori che ci dà gioia e gratificazioni. Noi vogliamo preservare questi valori!

Franja Krevzl

Comune di Kranjska Gora/SL

it

Il progetto “Invito nel bosco” è stato l’inizio di una lunga avventura in un ambiente naturale. Ne è nata una piattaforma innovativa per la pedagogia del bosco, che in seguito si è arricchita di nuove idee creative e oggi si estende a tutta la Slovenia.

Natalija Györek

Inštitut za gozdno pedagogiko/SL

it

Per me Aida significa portare la Convenzione delle Alpi alle persone attive a livello dei comuni. Con conferenze, workshop e progetti, Aida fornisce opportunità a bassa soglia per scambiare idee sulla Convenzione delle Alpi e contributi alla sua attuazione a livello locale. Apprezzo la cooperazione con Aida e mi auguro di avviare molte altre attività condivise.

Katharina Zwettler

Focal Point della Convenzione delle Alpi Austria

it

Partecipo con piacere perché mi piace lo scambio e conoscere nuovi progetti e nuove idee, che possono essermi utili al ritorno a casa.

Jon P. Janett

Comune di Tschlin/CH

it

C’è un grande vantaggio: attraverso lo scambio i comuni apprendono che essi non sono soli a doversi confrontare con i loro temi e i loro problemi. È utile sapere che anche altri devono affrontare le stesse tematiche.

Rolf Eberhardt

Naturpark Nagelfluhkette/A+D

it

Sono entusiasta delle possibilità di scambio tra i comuni e le regioni così come dall’imparare gli uni dagli altri. È importante guardare e imparare al di là del proprio limitato orizzonte.

Felix Fössleitner

Nationalpark Region Kalkalpen/A

it

Che cosa mi motiva a partecipare è il senso di comunità e la possibilità di dare un proprio contributo alle discussioni. Nella versatilità delle manifestazioni sia nei propri temi centrali, sia in quelli di più ampio respiro della sostenibilità.

Artur Schultz

Comune di Übersee/D

it

Io mi impegno per la Rete di comuni perché grazie a questo lo sviluppo regionale abbia luogo in un numero sempre maggiore di comuni. Molti progetti transnazionali promossi dalla Rete di comuni (ad es. DYNALP) hanno prodotto un grande valore aggiunto per l’Achental.

Wolfgang Wimmer

Biomassehof Achental/D

it

Avere una progettualità comune, al di la dei confini e delle barriere. Divulgare la conoscenza delle Alpi, del loro  ecosistema  tenendo conto della diversità delle specie. Tutto sommato, un’ esperienza coinvolgente che si può fare solo grazie alla collaborazione con la rete di Alleanza nelle Alpi.

Rita Bressa

Comunità Montana del Friuli Occidentale/I

it

Se penso ai seminari di Alleanza nelle Alpi vedo persone che sono interessate, che dialogano e imparano gli uni dagli altri. E tutto ciò in almeno quattro lingue. Fantastico e autentico.

Simona Vrevc

Comune di Tacen/SL

it

In montagna non si cammina mai soli. Se la nostra cima da raggiungere è la crescita culturale, sociale ed economica delle terre alte, allora la Rete Alleanza nelle Alpi è la migliore compagna di cordata per raggiungere la meta.

Michel Bouquet

sindaco del comune di Fenestrelle/IT

it

Per me la Rete di comuni significa conoscere nuove persone, luoghi e abitudini. Le esperienze e le conoscenze così ottenute sono inestimabili, soprattutto sotto l’aspetto del proprio senso di identità.

Tina Brlogar

Comune di Kranjska Gora/SL

it

Noi stimiamo la Rete di comuni come partner per la costruzione di un futuro a misura delle prossime generazioni nelle Alpi. Insieme abbiamo già fatto molto.

Claire Simon

Val&Monti/F

it

Per me il convegno in Francia è stato un’esperienza nuova e interessante, ho conosciuto persone simpatiche che si impegnano per il loro comune e la natura. Che loro ci abbiano fatto visita nell’orto della stazione è stato un grande regalo per noi.

Isabella Moosbrugger

Comune di Bezau/A

it

Per il nostro comune la Rete di comuni di Alleanza nelle Alpi rappresenta una buona opportunità per ampliare i propri orizzonti. Tutti possiamo imparare gli uni dagli altri: cosa ha funzionato bene, cosa non è riuscito e quali sfide possiamo affrontare insieme.

Francesco Walter

sindaco del comune di Ernen/CH

it

Gli scambi di esperienze ci arricchiscono e aprono nuove prospettive, con le Alpi come terreno comune e la nostra diversità culturale come risorsa.

Olivia d'Haene

Communauté de communes Provence Alpes Verdon/FR

it

L´Alleanza nelle Alpi ci inserisce in uno spazio alpino allargato e ci mette in contatto con numerosi comuni di altri Stati alpini. Così i nostri sforzi per la conservazione delle Alpi sono più efficaci, impariamo gli uni dagli altri e pratichiamo lo scambio di esperienze.

Barbara Strajnar

Comune di Kamnik/SL

it

Un trattato internazionale come la Convenzione delle Alpi deve anche essere riempito di vita a livello locale e regionale. Pertanto, la Rete di comuni con i suoi progetti internazionali rappresenta un partner ideale per l’attuazione della Convenzione delle Alpi.

Christian Ernstberger

Capo delegazione e Focal Point Convenzione delle Alpi Germania

it

Partecipare ad una rete valorizza la formazione delle risorse professionali, la gestione comune di funzioni e di attività amministrative, nonché la realizzazione di progetti o di iniziative didattiche, educative, ambientali e culturali di interesse territoriale nel medesimo ambito della rete alpina. “Alleanza nelle Alpi” è tutto questo.

Alessandro Pellegrini

sindaco del comune di Capizzone/IT

it

Ad ogni incontro con persone di altri paesi ci sono esperienze che producono una rivelazione immediata e motivano alcuni di noi a imboccare nuove strade. Lo scambio ci ha trasmesso nuovo slancio e ci ha incoraggiato a insistere con i nostri progetti.

Klébert Silvestre

Comune Les Belleville/ F

it

Alleanza nelle Alpi è sinonimo di sviluppo sostenibile nel senso più ampio del termine, cioè non solo per quanto riguarda l’ecologia e l’ambiente, ma anche le persone e la società

Mathieu Jay

Comune Les Belleville/ F

it

Le sfide per i comuni rurali sono sempre le stesse – in Slovenia, Francia o in Baviera: cosa fare quando chiude l’ultimo alimentari, come mantenere la scuola? Così per i rischi ambientali o la biodiversità. La Rete Alleanza nelle Alpi dà un prezioso contributo in tal senso e questo mi spinge a impegnarmi. Imparare gli uni dagli altri è argento, cooperare è oro.

Stefan Kattari

sindaco del comune di Grassau/DE

it

La tutela degli aspetti naturali e culturali delle nostre comunità passa attraverso la valorizzazione delle diversità e la condivisione delle strategie per mantenerle vive. L’Alleanza nelle Alpi è il sentiero che ci permette di raggiungere gli obiettivi programmati.

Giampaolo Bidoli

consigliere del comune di Tramonti di Sotto/IT

it

Fare Rete e Comunità rappresentano oggi i punti cardini per la salvaguardia e lo sviluppo dei nostri territori ... lo dobbiamo a noi e, soprattutto, alle generazioni future. Per questo sosteniamo e ci impegniamo nel lavoro delle Rete dei Comuni di Alleanza nelle Alpi.

Andrea Ferretti

sindaco del comune di Usseaux/IT